Airedale Terrier: origini, carattere e prezzo

0
1038
Airedale Terrier

Airedale Terrier: il più grande dei terrier, soprannominato “The King”

È il più grande della sua razza e questo ha valso all’Airedale Terrier il nome di “Re dei terrier”.Utilizzato principalmente come cane da caccia, si è dimostrato un valoroso amico anche nella prima guerra mondiale al fianco dell’esercito.

È un cane che va educato con fermezza ma è un ottimo compagno di giochi per i bambini, dato che anche lui adora giocare. È un cane attivo, quindi se decidete di prenderne uno preparatevi a lunghe passeggiate che il nostro amico apprezzerà tantissimo. Ha l’istinto di un guardiano e questo lo porta ad essere spesso addestrato come cane da guardia. È fedele, leale e molto caparbio.

Si adatta alla vita in appartamento e spesso è apprezzato anche perché, non facendo la muta, non perde il pelo.

Airedale Terrier

Origini e storia dell’Airedal Terrier

L’Airedale Terrier è una razza canina britannica riconosciuta dalla FCI (Standard N. 7, Gruppo 3, Sezione 1), che deve il suo nome all’Airedale, la regione geografica dello Yorkshire che comprende la vallata del fiume Aire. Il suo nome significa, infatti, proprio “vallata”.

Il nome Terrier invece ha la sua origine dal latino terra ed è il termine con il quale si definiscono alcune delle razze canine selezionate per la caccia agli animali selvatici nelle tane.

L’Airedale Terrier fu selezionato nel secolo scorso dai pescatori dell’Aire, incrociando soggetti Otterhound con Black and Tan Terrier, una razza attualmente risultante estinta. Da allora venne utilizzato principalmente per la caccia alla lontra, per eliminare i roditori e persino come cane da riporto.

La prima segnalazione ufficiale della sua esistenza si ebbe nel 1879 anche se sotto il nome di Bingley-Terrier. L’anno successivo Gordon Stables, un giudice di esposizione, propose di mutare il nome in Airedale Terrier.

Nel periodo successivo a quello dell’epoca elisabettiana si parlò sempre meno dei terrier che divennero cani destinati alle classi meno abbienti mentre le classi sociali più ricche iniziarono ad utilizzare, per la caccia, i levrieri. Questo però non ha sfavorito lo sviluppo della razza, le cui tipologie si sono invece moltiplicate.

Airedale Terrier: peso e caratteristiche fisiche

E’ il più grande dei terrier e questo lo ha portato a prendere il soprannome di “Re dei terrier“. È un cane muscoloso, attivo, non particolarmente alto sugli arti (lo standard è di circa 58-61 cm per i maschi e di 56-59 cm per le femmine) o col tronco di eccessiva lunghezza. Il peso oscilla tra i 20 e i 25 KG. Ha un cranio lungo e piatto, non troppo largo tra le orecchie e che si restringe verso gli occhi. La razza Airedale Terrier presenta un mantello di color fuoco su tutto il corpo ad eccezione di una sella nera o marrone scuro sul dorso, sulla parte superiore del collo e sulla punta della coda. Il pelo appare duro, fitto e ruvido mentre il sottopelo è, invece, più morbido.

Airedale Terrier

Airedale Terrier: carattere, personalità e utilizzo

Tratto che sicuramente deve essere messo in evidenza, e che appare comune in tutti i tipi di terrier, grandi o piccoli che siano, è il loro coraggio. L’Airedale Terrier è un cane intrepido e caparbio, ma questo non deve farci pensare che sia un cane aggressivo per natura. In realtà è molto fedele e leale. Si adatta con facilità alla vita in famiglia. È oltretutto molto apprezzato il fatto che non perda il pelo. Ha un istinto protettivo molto spiccato, e la tendenza a fare la guardia sia alle persone della famiglia con cui vive che alla casa, e di questo occorre tenere conto se si decide di prendere un cane di questa razza. Ama giocare e va molto d’accordo con i bambini. Per natura va un po’ meno d’accordo, invece, con altri cani, in particolar modo con il pastore tedesco, e con i gatti. Se viene educato, però, convive senza problemi sia con altri cani che con i gatti. In Germania è da anni considerato un ottimo cane da difesa (se debitamente addestrato ovviamente) insieme al Pastore tedesco, al Boxer, al Doberman, al Rottweiler e allo Schnauzer.

L’Airedale Terrier in Italia

L’Airedale Terrier è principalmente un cane da lavoro: un cane pastorale ma soprattutto, come abbiamo visto è un cane adattissimo alla caccia. Il suo istinto è quello di cacciare in autonomia e in questa attività si dimostra un cane furbo e molto intelligente. In Italia è comunque principalmente utilizzato come cane da compagnia e cane da guardia.

Airedale Terrier: addestramento

Ha bisogno di un padrone che lo educhi con molta fermezza, soprattutto quando è giovane. Una volta educato comunque non crea problemi e obbedisce. Matura lentamente quindi, non bisogna aspettarsi troppo da lui prima che abbia raggiunto i 15 mesi. L’addestramento non è particolarmente complesso, anche perché questa razza è predisposta per essere un cane disciplinato. Non è comunque un cane disposto a ripete un esercizio all’infinito e se si stufa mette di sua iniziativa fine al gioco. Se usato per la caccia alla lontra deve essere allenato a nuotare. Si adatta a vivere anche in appartamento ma necessita di lunghe passeggiate quotidiane per via della sua naturale fisiologia a stare in movimento.

Airedale Terrier: prezzo e allevamenti

È bene prendere questa tipologia di cane in allevamenti specifici. Il prezzo di partenza si aggira intorno agli 800-900 euro e dipende dall’allevamento e ovviamente dal pedigree del cane.

Airedale Terrier: salute, vita media e alimentazione

Si distingue per essere un cane che gode sempre di buona salute. Non si hanno evidenze di comuni patologie. È un cane resistente e se tenuto fuori in giardino non soffre il freddo, purché ovviamente gli venga messa a disposizione una bella cuccia e una sana alimentazione di modo che il corpo possa affrontare le temperature invernali. Ha una vita media di 12 anni circa. Si consiglia comunque un’alimentazione non troppo ricca di carne al fine di evitare l’insorgere di eczemi ai quali risulta essere particolarmente sensibile.

Necessita di una toelettatura regolare. Si consiglia di effettuarla almeno 2 volte all’anno. Il suo pelo non va tosato ma strappato manualmente. È un cane che non fa la muta quindi perde pochissimo pelo, ovviamente se gli viene fatta regolarmente la toelettatura.

Airedale Terrier

Un valoroso eroe

L’Airedale Terrier fu uno dei primi cani reclutati dall’esercito britannico; durante la prima guerra mondiale svolse il compito di messaggero portaordini nelle trincee delle Fiandre. Fu inoltre utilizzato come cane da ricerca in India, Africa e Canada e come aiuto alla Croce Rossa durante la guerra. Un Airedale Terrier di nome Jack ricevette addirittura una decorazione alla memoria per il valore dimostrato in battaglia. Arruolati dalle armate gli Airedale Terrier, furono poi assunti dalla polizia tedesca e da quella inglese.

Se siete interessati, per curiosità o passione verso questi splendidi animali potrebbe interessarvi leggere la pubblicazione di Giovanni Todaro, “I cani in guerra” dove si potrà leggere un capitolo dedicato alle qualità belliche della razza Airedale Terrier, con foto del suo utilizzo da parte dell’esercito sia che tedesco che di quello inglese, proprio durante la prima guerra mondiale.