Addio a Gigi Proietti, il grande maestro che amava i cani

0
116
Gigi Proietti il 25 settembre 2011 all' auditorium di Roma durante il red carpet di apertura della Fiction Fest. ANSA/ GUIDO MONTANI

Oggi tutta Italia piange Gigi Proietti, un grande maestro della risata e grande amante dei cani. Ne ha anche interpretato uno, nella sua lunga carriera.

Addio a Gigi Proietti. Nel giorno del suo 80esimo compleanno, ci lascia un vero maestro che tra uno e sketch e l’altro, una serata a teatro e un set, aveva sempre tempo anche per i suoi cani.

Li amava a tal punto che nel 2019 prestò la voce a Enzo, il golden retriever protagonista del film “Attraverso i miei occhi”. Proprio in quell’occasione Proietti espresse tutta la sua ammirazione e il grande amore per i cani, amici fedeli dell’uomo e enorme esempio di umanità e fedeltà.

Ecco le sue parole durante la presentazione del film, parlando di Enzo: «Questo cane ci insegna qualcosa che noi umani non sempre rispettiamo, cioè che amare significa volere il bene dell’altro e fare di tutto per non farlo soffrire»

«Il film è una grande metafora, come sarebbe più facile avere rapporti se assomigliassimo più ai cani. In loro non c’è odio, voglia di rivalsa, solo lealtà e fedeltà», continua Proietti. Le sue parole non possono che essere sottoscritte.
Il film racconta la storia di Enzo, il migliore amico del suo padrone umano Danny (Milo Ventimiglia), un pilota che con il suo cane condivide ogni momento della vita.

A dare la voce a Enzo fu proprio il grande maestro Proietti, che in quel ruolo ci mise tutta l’anima, proprio per far passare un messaggio importante: dai cani c’è solo da imparare. E noi non potremmo essere più d’accordo di così!